monteargentariov.jpeg

Congedo parentale mobile – Con bambino e camper sui monti italiani

meranoii.jpg

Bergwelten Magazin (bergwelten.com)
Autore

Italia
Destinazione
 

HYMER Free 600
Modello

Pausa lavorativa - e adesso? Per non sentirsi limitati dalla routine di casa, Conny, Clemens e il piccolo Oskar hanno deciso di avviarsi verso Sud - lungo le montagne, accompagnati dalle biciclette, dal rimorchio, dal passeggino e dal loro HYMER Free 600.

Qual'è il profumo della libertà? Per noi ha l'odore di cipressi, il sapore di pizza, il suono dei gabbiani che gridano e il colore verde/bianco/rosso. Siamo Clemens Dittrich, padre e autore del magazine tedesco Bergwelten, madre Vanlife Conny e bambino benessere Oskar. Leggete qui come mai.

Viaggiare invece di leggere?

Scoprite subito il Camper Van HYMER Free 600 e partite per la vostra avventura!

Al modello
lagodiseoiii.jpeg
cinqueterre.jpeg

Ciao Baby

Essere liberi. Finalmente quattro settimane senza gli obblighi di tutti i giorni. La lettera di concessione del congedo parentale è appena stata letta, i pensieri sono già in movimento. Andare lontani a cercare nuove avventure? Rimanere a casa e rilassarsi? "Ma perchè non entrambe le cose?", chiede Conny, trovando proprio l'aspetto chiave. Viaggiare e sentirsi a casa - non ci sono problemi! La parola magica è il camper.

Prima tappa: il Trentino. Invece di trovarci in posti affollati sul cosiddetto "lago più meridionale della Germania", il Lago di Garda, abbiamo deciso di avventurarci nell'entroterra più tranquillo, oppure, come si dice in tedesco, nell'hinterland. Dal Lago di Molveno - un lago di montagna gelido, limpido e lontano dai parchi di divertimento turistici nelle zone montuose - la vista sulle Dolomiti di Brenta non ha paragoni. Abbiamo parcheggiato il nostro van in un'area sosta conveniente nel verde, da dove potevamo ammirare dei monti davvero impressionanti. Durante il nostro viaggio avevamo la fortuna di trovarci immersi in un panorama mozzafiato come questo diverse volte, grazie al grande oblò e ai parcheggi nella natura: Passo Tonale, Hafling, Cascate delle Marmore.

lagodiseo.jpeg
monteargentarioiii.jpg
cinqueterrev.jpeg

La nostra definizione della libertà

Per noi la libertà ha il significato di: stare vicini alla montagna, non seguire un percorso prestabilito, trovare un parcheggio panoramico, scoprire la zona, sdraiarsi e, soprattutto, mettere da parte il cellulare. L'arrivo e la partenza si alternano. Il nostro motto: tutto è possible, ma non sei obbligato a fare niente.
 

E se sembra impossibile trovare un posto dove sostare? Se la spia del livello della batteria di bordo è rossa e quella del serbatoio delle acque grigie è verde? Anche se il nostro orgoglio ogni tanto si è offeso: in generale va benissimo sostare in un campeggio. Trovare un posto che piace ad un pubblico più giovane però è una vera sfida. A questo problema ci siamo posti come segue:
 

1. Dirigersi verso luoghi che si rivolgono a sportivi e amanti dell'outdoor. Laces in Alto Adige, per esempio, è un posto perfetto per ciclisti. I surfisti invece si troveranno benissimo a Levanto in Liguria.

2. Visitare le città durante il weekend per un aperitivo con i giovani del posto. Per farsi un giro sabato sera consigliamo Lucca, Perugia, Roma e Bergamo.

3. Isola del Giglio: un vero gioiello! Su quest'isola esiste un unico campeggio, rispolverato e ringiovanito da un giovane austriaco. Semplice e senza distrazioni - soltanto relax.

| 7
  • merano.jpeg
  • passodeltonaleiv.jpg
  • passodeltonale.jpeg
  • chiusi.jpeg
  • gigliov.jpeg
  • monteargentariovi.jpeg
  • monteargentarioii.jpg

Ogni tanto però non potevamo che sbrigarci: in cucina. Ma non dimentichiamo gli aspetti positivi. Per rifornirci potevamo parcheggiare il camper compatto davanti ad ogni supermercato, avvicinarci con il carrello della spesa pieno fino all'orlo e riempire i numerosi armadi con le provviste. Quando la fame era già troppa, Conny poteva già mettersi ai fornelli, mentre Clemens tirava ancora il freno a mano e Oskar si lamentava: il suo succhietto ogni tanto spariva nel sedile. Abbiamo stabilito la nostra comprovata linea guida: ad ogni pizza comprata - non erano poche - seguivano due piatti di pasta.

Viaggiare invece di leggere?

Scoprite subito il Camper Van HYMER Free 600 e partite per la vostra avventura!

Al modello
lagodimolvenoiii.jpeg
montepulciano.jpeg
„In viaggio e a casa – senza problemi! La parola magica è camper.“
Conny

Conny

Vanlife-Mama

La Dolce Vita

Chi, per esempio, attraversa le Cinque Terre, dovrebbe assolutamente fermarsi in una bottega con prodotti tipici e acquistare pasta fresca e pesto alla Genovese. Tempo di preparazione - tre minuti. Sapore delizioso - più di 10 minuti. Va menzionata anche l'orata che abbiamo preso direttamente da una barca di un pescatore sotto il Monte Argentario. Sempre al fresco nel frigorifero di bordo l'abbiamo portata con noi alla scoperta della Toscana, fino a mangiarla sotto le cascate più alte dell'Europa (costruite dagli Antichi Romani) vicino a Terni. Ironicamente uno dei luoghi della penisola italiana più lontano dal mare!

monteargentariovii.jpeg cinqueterreiv.jpeg
191010_hymer_landkarten_italie

E lo sport? Si dice che i maschi sono i motivatori. Non è del tutto vero, almeno per quanto riguarda noi. Visto che Oskar preferisce stare seduto invece di camminare e dato che io faccio sempre fatica ad alzarmi dal letto nel tetto rialzabile, Conny si è nominata la nostra ministra dello sport. A Levanto ha scoperto il tracciato dell'antica ferrovia lungo la costa, percorribile in bicicletta. Per tornare si propone il sentiero alto che collega i cinque luoghi delle Cinque Terre. Abbiamo realizzato che, viaggiando con un bambino, il tratto programmato si dimezza quasi sempre. Ci è successo sia durante la nostra camminata da Montepulciano a Monticchiello nella Val d'Orcia, sia durante il giro in bicicletta sul percorso Grand Tour Rando in Umbria. I 34 km di quest'itinerario non sembrano molti. Una pausa adatta a bambini sul Lago di Piediluco e qualche stop per fare foto nei pressi di Arrone - uno dei borghi più belli d'Italia - riempiono la giornata, senza sentire il bisogno di continuare a pedalare.

Se rifacessimo questo viaggio? Immediatamente! Nella stessa maniera? Probabilmente. Ancora abbiamo in mente la canzone di Ligabue che canta: „I campi in Aprile, promettono bene.“ L'abbiamo adottata al linguaggio dei camperisti, dicendo: "Fare camping ad Aprile? In Italia, promette bene."

lagodimolvenoiii.jpeg

Quando vi concedete la vostra pausa?

Non importa se in vacanza, congedo parentale oppure aspettativa: grazie ai nostri Camper Van HYMER potete scoprire il mondo, senza rinunciare ai comfort di casa vostra. 

Al modello HYMER Free 600

Il modello HYMER giusto per ogni esperienza

Anche voi, con qualsiasi HYMER, potete scrivere storie come queste. Nella nostra panoramica dei modelli, trovate certamente anche voi un motorcaravan o un furgonato per le vostre esperienze di viaggio.

Ai modelli