Svezia ‚Äď una buona idea anche in autunno

Quando arriva l'autunno, in Svezia si parla di nuovo lo svedese. I turisti sono pochi, e i vacanzieri nelle località di sport invernali del nord arrivano solo con la neve. Un momento perfetto per conoscere il paese da un lato molto speciale e tranquillo.

Bike Magazin Pedalieros

Autore

Meta del viaggio
Svezia del sud

Modello

HYMER B Klasse ModernComfort T 580

Ultimi giorni di novembre

Il sud della Svezia è ideale per un viaggio di scoperta autunnale, è facile da raggiungere ed è estremamente vario. Ragioni sufficienti per mettere in valigia le tue moto e andare a nord con un HYMER B-MC T 580!

La Svezia ha non meno di 221.800 isole.
Fonte Wikipedia

L'inverno si avvicina a passi da gigante, ma non abbiamo ancora dichiarato finita la stagione ciclistica. Così fuori dalla zona di comfort, nel camper, direzione Svezia - chiunque può fare l'Europa del sud in autunno! Le mountain bike e le bici da corsa sono in arrivo, perché vogliamo vivere la Svezia meridionale in tutte le sue sfaccettature.

Quindi √® perfetto che il nostro HYMER B-MC T 580 abbia un garage posteriore invitante e grande. Possiamo facilmente inserirvi le nostre quattro biciclette. Per facilitare il loro posizionamento l'uno accanto all'altro, allentiamo semplicemente le viti dell'attacco e mettiamo i manubri di traverso. In questo modo, sei biciclette entrerebbero nel garage senza problemi, e se si rimuovono le ruote, molte di pi√Ļ. La quantit√† di spazio √® impressionante, quindi non abbiamo l'imbarazzo della scelta su quale bici portare con noi nei nostri viaggi; con MTB e bici da corsa nel bagaglio, siamo ben attrezzati per il fuoristrada e la strada.

Anche se la Germania e la Svezia non hanno un confine comune, il paese scandinavo √® praticamente nelle vicinanze. Solo poco pi√Ļ di 70 chilometri in linea d'aria separano Kap Arkona sull'isola di R√ľgen da Trelleborg sulla costa sud della Svezia. Ci sono numerosi collegamenti in traghetto per la Svezia, ma noi decidiamo di proseguire via terra attraverso la Danimarca. Questo non solo permette di risparmiare tempo, ma anche di attraversare gli spettacolari ponti sul Grande Belt e l'√ėresund.

Viaggiare invece di leggere?

Scopri adesso l'HYMER B-MC T e parti per vivere la tua avventura.

Partendo da Kiel, raggiungiamo il confine danese dopo appena un'ora. Appena 100 chilometri pi√Ļ avanti, dietro Kolding, lasciamo lo Jutland, la terraferma danese, e giriamo a destra verso le isole. Il primo ponte conduce attraverso il Piccolo Belt all'isola di Fionia. Dopo 80 chilometri, segue il ponte sul Grande Belt. Qui dobbiamo pagare il primo pedaggio e il prezzo elevato ne vale la pena.

Raggiungiamo l'isola di Zealand, dove si trova anche la capitale della Danimarca, Copenhagen. Dopo altri 100 chilometri, poco dopo Copenaghen, arriviamo al ponte di √Ėresund, anch'esso soggetto a pedaggio. Dall'altra parte possiamo gi√† vedere Malm√∂, Svezia. Il contatore indica solo 430 chilometri da Kiel a qui, una distanza molto accettabile per una vacanza.

Il Kullaberg

La nostra prima destinazione è Kullaberg, situata nella penisola di Kullen, circa 100 chilometri a nord di Malmö. Circondato dalle onde impetuose del Kattegat, si suppone che qui ci sia un eccellente terreno per la mountain bike.

Jacob, locale e albergatore, ci ha invitato a fare un giro sui suoi sentieri preferiti. Lo incontriamo a M√∂lle al Grand H√ītel, un edificio sofisticato con una splendida vista sulla tradizionale stazione balneare.

In estate, la zona intorno a Kullaberg è molto frequentata. La riserva naturale è molto panoramica ed estremamente popolare tra gli svedesi e i turisti. Oggi, però, in uno degli ultimi giorni di novembre, non si vedono escursionisti o camminatori, la foresta sembra deserta.

Il sentiero è a malapena visibile sotto uno spesso strato di foglie, fortunatamente Jacob conosce ogni centimetro della strada, dobbiamo solo seguirlo. Saliamo sul Kullaberg, che è alto 188 metri e offre una splendida vista panoramica a 360 gradi una volta raggiunta la cima. In piedi nel vento fresco, non ci soffermiamo a lungo, ma scendiamo facilmente a valle. La discesa è piena di curve splendidamente disegnate. Non sono richieste particolari abilità di guida, il divertimento è in primo piano.

La penisola di Kullen è circondata dal Kattegat, il mare agisce come un enorme serbatoio di calore, la temperatura dell'acqua scende raramente sotto i 5 gradi Celsius. Gli inverni sono corrispondentemente miti, la neve cade raramente e se cade, rimane solo per poco tempo. Così il sud della Svezia è una destinazione per tutto l'anno, le condizioni stradali difficili sono difficilmente prevedibili, le temperature permettono attività all'aperto come il ciclismo tutto l'anno. Se hai i vestiti giusti e un debole per i panini alla cannella e il glögg, qui puoi goderti giornate fantastiche anche in autunno e in inverno.

√ą un giro notevole intorno al Kullaberg, il paesaggio √® estremamente vario. Ci sentiamo come se stessimo guidando attraverso il mondo intero. Dalle spoglie foreste di latifoglie passiamo a scogliere dall'aspetto norvegese, poi agli altipiani scozzesi, poi su un polveroso sentiero mediterraneo, fino ad arrivare al faro, Kullens Fyr, alla fine del tour. Orgogliosamente appollaiato sulle scogliere, la vista del mare da quass√Ļ √® magnifica.

Torniamo all'hotel e salutiamo Jacob. Vogliamo andare un po' pi√Ļ lontano, a Varberg. C'√® un bel campeggio sul mare, Apelviken. Proprio il posto giusto per parcheggiare il nostro HYMER B-MC T 580. Il viaggio √® rilassante lungo il Kattegat. Dotato di un eccellente cambio automatico e di un motore potente, il nostro HYMER viaggia in modo rilassato, ci sediamo in comodi sedili e lasciamo sfrecciare il paesaggio. Le strade sono vuote e piatte, un vento fresco da ovest scuote il nostro camper, ma grazie al Crosswind Assist rimaniamo sempre al sicuro in pista. In queste condizioni, anche il maltempo improvviso non dovrebbe essere una sfida.

Isola TjoŐąrn

Arrivando ad Apelviken, Varberg, troviamo rapidamente il parcheggio e parcheggiamo il camper. Per i motociclisti appassionati, la libertà offerta dall'HYMER è una rivelazione. Stivare le biciclette è un gioco da ragazzi e sicuro, oltre alla possibilità di ampliare estremamente il raggio d'azione, perché un cambio di posizione è veloce e non complicato. Questo è particolarmente vero in Svezia, dove si applica il cosiddetto "Everyman's Right". Questo significa che tutti hanno il diritto di muoversi liberamente. Questo include anche il campeggio nei grandi spazi aperti; è ufficialmente permesso rimanere in un posto per 24 ore (nei fine settimana fino al giorno lavorativo successivo), indipendentemente dal fatto che si sia in una tenda, roulotte o camper. Questa libertà è coltivata in Svezia e offre le migliori condizioni per vivere il paese molto intensamente.

Siamo completamente indipendenti con il nostro HYMER B-MC T 580. Un enorme serbatoio da 180 litri, un bagno spazioso, un grande frigorifero, un fornello a gas a tre fuochi, un potente sistema di riscaldamento Truma con sistema di aria calda - si suppone che ci siano studentati dotati di minori comfort. Una TV a schermo piatto da 32 pollici, un oblò panoramico che dà luce e numerosi spazi di stivaggio incassati nel pavimento, che sono anche riscaldati, lo rendono davvero confortevole. Ho fatto davvero il paragone con un dormitorio per studenti? Non importa, lasciamo perdere!

Ciò nonostante, ci concediamo il lusso di strutture sanitarie ben tenute e una ricca colazione svedese al campeggio Apelviken. Così ci sediamo rilassati nella nostra casa piacevolmente calda e finiamo la giornata con un delizioso Glögg.

La seconda tappa del nostro viaggio è l'isola di Tjörn nel Bohuslän. Si trova a circa 50 chilometri a nord di Göteborg, quindi lasciamo la grande città a sinistra e andiamo dritti verso un fantastico mondo insulare. L'arcipelago svedese è famoso in tutto il mondo, e non senza motivo. Ci si sente come se si fosse in un mondo arcaico in cui i vichinghi avevano un ruolo importante.

Attraversiamo il maestoso Tj√∂rnbron (ponte di Tj√∂rn) per raggiungere la sesta isola pi√Ļ grande della Svezia. Ha 15.000 abitanti, e in estate questo numero raddoppia grazie ai turisti. Il ponte offre la prima magnifica vista: si possono vedere innumerevoli arcipelaghi piccoli e grandi, piccole baie, case rosse, barche da pesca - un grazioso idillio da cartolina.

Fantastico, prima sembrava casa nostra, poi le foreste del Canada, ora la Scozia. √ą bellissimo!
Responsabile dei testi pedaliéro Mark Liedtke

Andiamo a Sk√§rhamn, la pi√Ļ grande citt√† del Tj√∂rn. L√¨ scarichiamo le nostre bici da corsa. Dal porto, che vale la pena di vedere, ci dirigiamo verso sud. C'√® poco traffico sulle strade. Questo ci permette di girare l'isola in bicicletta con molta calma. La strada si snoda tra grandi massi rocciosi grigi, sempre lungo l'acqua, sempre con vista sul mare. Un cinema a banda larga che difficilmente potrebbe essere pi√Ļ bello. La temperatura √® di 7 gradi accettabili, il che non √® un problema con pantaloni e guanti termici.

Raggiungiamo il piccolo villaggio di Bleket, qui giriamo a destra per Klädesholmen, noto per la produzione di aringhe. Qui, all'inizio di giugno, si celebra il "Sillens Dag", il giorno dell'aringa, una festa popolare con molta musica e bancarelle colorate. Oggi qui prevale la vita quotidiana, che non è meno affascinante. Il sole si nasconde dietro le nuvole, e così il paesaggio mostra toni grigi in tutte le sfumature. Le strade e le case sembrano uscite da una storia strappalacrime sentimentale, come se si camminasse in un set cinematografico.

Viaggiare invece di leggere?

Scopri adesso l'HYMER B-MC T e parti per vivere la tua avventura.

La strada termina al porto degli ospiti, che è molto frequentato dai turisti in estate. Torniamo indietro e continuiamo verso est. Da Bleket a Tjörnbron sono 20 chilometri facili. La vista è magnifica, ma vogliamo continuare fino a Kyrkesund. Dopo altri 20 chilometri, siamo accolti da una città pittoresca che vale la pena di vedere. Dopo 14 chilometri, arriviamo finalmente al nostro punto di partenza, Skärhamn.

L'imballaggio delle biciclette si fa in un attimo, il garage posteriore pu√≤ essere aperto comodamente da entrambi i lati, il carico non potrebbe essere pi√Ļ facile. Inoltre, le biciclette sono protette da occhi indiscreti, un vantaggio enorme, soprattutto quando si viaggia nelle grandi citt√†. Qui in campagna la cordialit√† della gente √® proverbiale e la vita √® estremamente rilassata.

Per noi, la Svezia √® forse la scoperta dell'anno, estremamente semplice e rilassata, si pu√≤ finire l'autunno e la stagione nel regno. Il camper ci ha offerto possibilit√† completamente nuove per spingere il nostro spirito di scoperta, semplicemente non si pu√≤ viaggiare in modo pi√Ļ indipendente. Un grande momento si conclude con una grande anticipazione - anticipazione per il nostro prossimo viaggio spontaneo nel sud della Svezia, forse per goderci gli ultimi giorni di novembre!

Da provare!

Il viaggio nel sud della Svezia ti ha affascinato? Vuoi scoprire anche la bellezza del paese su quattro e due ruote? Nessun problema, qui puoi trovare i giusti compagni di viaggio.

Il modello HYMER giusto per ogni esperienza

Anche voi, con qualsiasi HYMER, potete scrivere storie come queste.
Nella nostra panoramica dei modelli, trovate certamente anche voi un motorcaravan o un furgonato per le vostre esperienze di viaggio.

Cataloghi
Ricerca concessionari
Configuratore
Newsletter